Incontri di Artimino sullo sviluppo locale – edizione 2016

Luoghi, reti e attori del cambiamento. Manifattura digitale, finanza alternativa, nuovi scenari territoriali

21 – 23 Novembre 2016, Prato, Museo del Tessuto

 

Intervento: Nuova manifattura e sviluppo locale (in collaborazione con il progetto europeo Makers, capofila: Università di Birmingham, finanziato dal programma EU Marie Skłodowska-Curie Research and Innovation Staff Exchange – RISE)
La sessione colloca i temi dell’industria 4.0 e delle prospettive di recupero del settore manifatturiero nel contesto della riflessione su sentieri di sviluppo di sistemi produttivi locali, incrociando questa con una serie di dimensioni: il made in Italy tipico e il nuovo artigianato, la domanda potenziale alimentata dalle carenze evidenti e dai bisogni crescenti dei cittadini nel territori, le catene del valore locali e globali, le tendenze al re-shoring e la near-shoring e all’accorciamento delle catene del valore, i processi di innovazione guidati dello scambio di conoscenze con le università, la sostenibilità socio-economico-ambientale, i nuovi lavori e la formazione professionale. Linee guida per politiche pubbliche di supporto alle prospettiva di recupero manifatturiero saranno discusse anche considerando l’aumento dell’incertezza sugli orizzonti di mercato degli investimenti produttivi.
Presiede e introduce: Marco Bellandi, Università di Firenze.

 

 

Share Now

Leave us a reply

quattordici − 5 =