Herit-Data – verso la fine del secondo anno di progetto

Prima che si chiuda il 2019, è tempo di fare un bilancio sul progetto Herit-Data, appartenente all’asse 3.2 – turismo sostenibile del programma InterregMed. Sono passati quasi due anni da quando Herit-Data è iniziato, e negli utlimi mesi le attività si sono intensificate, come previsto nell’Application Form del progetto stesso. Con l’inizio delle attività cuore del progetto e legate allo sviluppo di una piattaforma ICT, da maggio 2019 si sono intensificate le attività di scambio e di interazione con i partner del progetto per capire come impostare il lavoro legato alla piattaforma e sugli stumenti da poter utilizzare per raccogliere dati nei luoghi dove si svolgeranno i progetti pilota.

Ad ottobre a Caparica (Portogallo) si è svolto il 5° Steering Group di progetto, che ha visto la partecipazione di tutti i partner, insieme ad un team di giornalisti e video makers coinvolti da AVITEM. L’occasione di avere tutti insieme gli 11 partner provenienti da 7 paesi del Mediterraneo è stata utilizzata per per girare dei brevi video in cui ciascun partner ha potuto raccontato cosa è il progetto e qual è il ruolo di ciascuna entità. Brevi pillole per far conoscere i tanti volti del Mediterraneo. Durante lo Steering Group è stata presentato da Regione Toscana lo strumento di sentiment analysis, da utilizzare per analizzare su social network scelti, come ad esempio twitter, il livello di gradimento di una determinata città. Il funzionamento è alquanto complesso e richiede l’inserimento di parole chiave da poter usare come filtro per discriminare commenti positivi e negativi, e, trattandosi di un algoritmo che “impara”, ha bisogno di una prima selezione a mano (circa 5000 tweet). Tale strumento verrà messo a disposizione dei partner  per poter essere usato sui territori che devono sviluppare un progetto pilota (da est ad ovest, in ordine, Olympia, Mostar, Dubrovnik, Firenze, Pont du Gard, Valencia). Il partner portoghese, l’Università Nova di Lisbona, ha spiegato invece ai partner i passi intrapresi per realizzare un questionario messo in piedi nei mesi precedenti da Regione Toscana, IC Prostor, l’Università Nova e la nostra Fondazione, e che è stata finalizzata nelle prime settimane di dicembre grazie al contirbuto di molti altri partner. Il questionario è aperto a tutti, ma principalmente è destinato ad attori del territorio, sia pubblici che privati, che lavorano nel settore del turismo e che possono dare contibuti e suggerimenti per la futura realizzazione dell’interfaccia della piattaforma. Il link per partecipare al questionario (disponibile solo in lingua inglese e che richiede circa 20 minuti di tempo) è il seguente:

 

Ad ottobre 2019, inoltre, la delegazione italiana di Herit-Data composta da Regione Toscana e Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione ha partecipato all’evento Internet Festival 2019-le regole del gioco che si è svolto a Pisa, dove ha presentato/disseminato i primi risultati del progetto, raccontando degli obiettivi generali per una migliore e più sostenibile gestione del turismo ed entrando poi nelle attività più tecniche attraverso le fasi di studio e testing per arrivare ad ottenere una piattaforma che utilizza smart open data ed attraverso la sperimentazione della sentiment analysis sui social network.

 

Share Now

Fondazione Ricerca Innovazione

Related Post

Leave us a reply

tre × 3 =