Impact un progetto per formare alla “sostenibilità”

Il progetto Impact, co-finanziato dal Programma Erasmus+ dell’Unione Europea, unisce professionisti dell’innovazione, imprese e mondo accademico con l’obiettivo di migliorare la formazione su temi quali l’innovazione e l’imprenditorialità orientate alla sostenibilità sia nelle imprese che nelle scuole superiori. In particolare, si propone di traslare quelli che sono gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite in pratiche aziendali che siano portate avanti giornalmente. Inoltre vuole trasformare il valore creato dagli stakeholder in azioni concrete e mostrare come le sfide in tema di sostenibilità possano aiutare a sbloccare l’innovazione.
Il progetto svilupperà e produrrà metodi di facilitazione, materiale formativo e buone pratiche che potranno essere usati da facilitatori e docenti. Come risultato finale, si avranno studenti e professionisti più preparati, con nuove competenze per costruire imprese sostenibili e supportare un tipo di innovazione che tenga di conto non solo dei bisogni dell’attuale generazione ma anche di quelle future.

Dopo oltre 18 mesi (su 36 totali) di progetto, sono disponibili i primi risultati, ad esempio sono già stati scritti dai partner di progetto alcuni paper, frutto del lavoro di studio e di analisi ddi temi legati all’innovazione nei diversi paesi che hanno partecipato. I 3 paper sono disponibili sul sito di Impact, vi lasciamo per comodità i link qua sotto:

  • “Building values-based innovation cultures for sustainable business impact”, un paper che studia e da spunti su come facilitare l’innovazione basata sui valori, quali sono le principali barriere e sfide esistenti ma anche le buone pratiche studiate fino ad ora, con un focus sulle implicazioni di questo approccio nell’ambito della formazione. LINK
  • “Eliciting stakeholder values for strategic and values-based innovation management”, si parla di approcci etnografici applicati dentro il progetto Impact e lezioni imparate. Tali approcci richiedono una notevole quantità di tempo, risorse e competenze che non li rendono molto diffusi, ma l’esperienza maturata grazia a Impact ha permesso di raccogliere informazioni utile ai fini dell’innovazione e della gestione strategica. LINK
  • “Values-based business model innovation, the case of Ecosia and its business model”, un paper con un caso pratico, Ecosia, un motore di ricerca “verde”, in cui l’innovazione basata sul valore (VBI) e la sua gestione vengono analizzate, specificate e differenziate all’interno del loro contesto teorico. Nello specifico, il caso studio contribuisce a rendere più comprensibile il ruolo della gestione dell’innovazione basata sui valori e a dimostrare alcune sfide che si incontrano quando si applica su base giornaliera la VBI. LINK

Oltre alle conferenze (ISPIM 2021 e 2022) in cui sono stati presentati i paper di cui sopra, durante la conferenza di ISPIM del 2021 sono stati organizzati 3 webinar, che sono poi stati caricati su YouTube e sul sito di Impact, insieme con una presentazione del Professore Andreas Suchanek della scuola di management di Leipzig HHL, organizzata a marzo 2022.

  • Reinventing web search for sustainability or how Ecosia fights climate change with tree planting, a cura di Christian Kroll. Video
  • Values-Based Business Model Innovation for the SDGs in the lab of tomorrow, a cura di Sven- Uwe Müller . Video
  • What can innovation professionals learn from values-based stakeholder management? A cura di Edward Freeman. Video
  • Sustainability. What should I not do?, a cura del Professore Andreas Suchanek. Video

Infine, come partner di progetto, abbiamo completato a luglio il pattern recognition workshop. Di cosa si tratta? Di un incontro che, nel nostro caso, si è svolta a Firenze ed ha visto la partecipazione di FRI e Baker Huges (BH), insieme con alcuni degli altri partner di progetto, sia in presenza sia in remoto. Ma facciamo un passo indietro. A valle di interviste etnografiche ad alcuni soggetti di BH svolte negli scorsi mesi e poi trascritte e riassunte secondo un preciso approccio, gli stessi soggetti sono stati coinvolti per partecipare al pattern recognition workshop. Sono stati spiegati e dettagliati i temi emersi nelle diverse interviste, e si è lavorato tutti insieme per andare a delineare e far emergere tratti comuni o peculiarità specifiche: in questo modo è stato possibile evidenziare dei cluster di temi molto interessanti legati all’innovazione in azienda.

Share Now

fondazione ricerca unifi

Related Post

Leave us a reply

dieci + quattordici =