Progetto europeo CD-ETA – 4° Focus Group

Lo scorso 5 Luglio si è svolto il 4° Stakeholder Meeting del progetto europeo Interreg Europe CD-ETA sul tema della digitalizzazione del patrimonio intangibile.

Il progetto CD-ETA, Collaborative Digitization of Natural and Cultural Heritage, della durata di cinque anni, prevede che vengano analizzati ed approfonditi alcuni temi relativi alla digitalizzazione del patrimonio naturale e culturale per migliorare l’adozione delle relative politiche di digitalizzazione e gettare le basi per l’implementazione delle migliori pratiche nelle regioni partecipanti. L’attuazione del presente piano comune di cooperazione a livello interregionale contribuirà a stabilire degli standard uniformi nella digitalizzazione di massa del patrimonio naturale e culturale dei paesi. Nella roadmap del progetto sono previsti degli incontri a livello locale con i soggetti attivamente coinvolti o potenzialmente interessati nel processo di digitalizzazione, detti Stakeholder Meeting.

Durante lo Stakeholder Meeting del 5 Luglio abbiamo avuto il piacere di ospitare, presso la Sala Altana dell’Università di Firenze, ben 19 attori del territorio toscano che lavorano quotidianamente nell’ambito del patrimonio intangibile e che hanno avuto modo di conoscersi tra di loro, di evidenziare sinergie in atto o potenziali e di mettere in risalto le sfide e le opportunità più importanti dei processi di digitalizzazione nella diffusione e nella giusta valorizzazione di tutto ciò che è definito come patrimonio immateriale. Temi come il bisogno di fare sistema, la diffusione di pratiche condivise e di informazioni, il coinvolgimento dei piccoli e dei giovani, la necessità di una maggiore sensibilizzazione e cura verso il patrimonio intangibile, sono solo alcuni degli spunti emersi durante l’incontro!

Per dovere di cronaca, dato che l’argomento può risultare nuovo, riportiamo qua sotto una definizione ripresa dalla Convenzione UNESCO per la Salvaguardia del patrimonio immateriale, Art.2 ”Definizioni” Parigi, 17 Ottobre 2003: “Per “patrimonio culturale immateriale” si intendono le prassi, le rappresentazioni, le espressioni, le conoscenze, il know-how – come pure gli strumenti, gli oggetti, i manufatti e gli spazi culturali associati agli stessi –  che le comunità, i gruppi e, in alcuni casi, gli individui riconoscono in quanto parte del loro patrimonio culturale.”

 

Share Now

Related Post

Leave us a reply